Elogio del sole

C
hi se ne importa se fuori piove, c’è nebbia, neve o se il cielo è grigio. Oggi io mi sento il sole. Mi auto riscaldo, mi auto illumino, mi auto irradio energia. Da dove mi viene questo attacco improvviso di egocentrismo ed onnipotenza? Non so rispondere. Mi alletta l’idea di essere io, il solo in grado di garantirmi autonomia e perenne esistenza. E come il sole, oggi mi godo in tutta tranquillità, standomene per una volta beatamente fermo, la terra che si gira e mi gira intorno. La guardo arrovellarsi, imbrigliarsi, autodistruggersi, vittima del suo stesso essere “umana”. Per una volta voglio provare come si vive non avendo tesi da sostenere, non dovendo ascoltare stupidaggini che non condivido, non essendo costretti al contatto umano e sociale. Io mi limito a guardare, vi illumino pure, vi riscaldo, ben consapevole del fatto che avete bisogno di me. Sono il Sole del resto. Mi trovo oggi in una posizione privilegiata: ho infatti, alla luce dell’ennesima cazzata umana, deciso di autocelebrarmi ancora e di salire ulteriormente la scala della mia autostima. Ho dunque deciso di essere il Sole. Quale altro possibile riferimento per definire qualcosa di incredibilmente potente, se non Lui. Non c’è nessuno qui, su questa maledetta terra che può ergersi a Sole eppure io di Soli ne sento molti parlare, altrettanti scegliere un silenzio connivente, altri ancora gridare. Perché dunque non lo posso fare anch’io? Lo faccio, sto provando a farlo. Mi sento ancora troppo terrestre di fronte a tanti (i soliti) Soli improvvisati. Tutto questo panegirico per riprendere quanto lasciato nell’articolo che precede questo. Mi sto riappropriando di me stesso e del mio caro diario. Ho bisogno del solito calore, di un calore che a volte posso essere solo io a regalarmi grazie a questi scritti. Comincio ad essere quasi orgoglioso di quello che sono dentro, del fatto che da circa sei mesi questo blog mi fa sentire bene. E perché? Perché sto imparando per una volta nella vita ad essere “Sole”, a dire, fare, pensare, scrivere in totale autonomia, senza timore del giudizio di alcuno. E’ un elogio del sole, dell’essere sempre sé stessi. E’ una spinta a non aver paura di dire ciò che si pensa. In fondo ci crediamo tutti Soli a questo mondo, no? Ma forse siamo solo….soli.

Annunci

10 comments

  1. Ti ringrazio Maraptica in un periodo di attesa spasmodica. Avevo bisogno di sostegno e mi accorsi quanto fosse invece decisivo l'essere io al centro dell'attenzione. Un sole capace di auto infondersi quel coraggio che spesso dagli altri nn arriva. Un elogio del proprio Io. Senza cadere nell'egoismo.
    Un abbraccio

    Mi piace

  2. Mia madre, sin da piccola, mi ha sempre detto di porre piena fiducia e speranza solo in me stessa. Amare gli altri ma mai appoggiarcisi completamente… quel che hai scritto mi ci ha fatto pensare molto 🙂 E' un bellissimo post

    Mi piace

  3. Ma grazie Fabio!!!! C'è forse un po' di telepatia? Ma certamente, quel che conta è il significato che diamo alle situazioni, ai concetti. Se si dà quello giusto, siamo SOLI!!! Un forte abbraccio

    Mi piace

  4. Grande Enzo!. Lo sai che qualche anno fa, mentre improvvisavo una ricetta con quello che avevo in casa, ero solo, senza una compagna, senza due splendide bambine ho realizzato la stessa cosa?! Essere soli, è come essere il Sole! Bisogna soltanto interpretare la cosa per il verso giusto!

    Mi piace

  5. bel post..quello che mia arriva è ottimismo e allo stesso tempo consapevolezza.
    Ottimismo perché abbiamo le risorse per affrontare la vita, per viverla, per amarci e per amare e (ogni tanto) per riuscire ad essere felici.
    Consapevolezza perché in fondo però..siamo soli.

    Mi piace

  6. Ci sono giorni che in effetti ci si sente dei Soli, mentre altri ci si sente solo un asteroide che vaga per lo spazio.

    E come dice Goccia di Neve, se ci mandi un po' di calore te ne saremmo grati 😀

    Mi piace

  7. Bel post! Davvero!
    Si, noi siamo i Soli.. o solo soli, come dici tu… crediamo di essere essenziali, quando invece, bisognerebbe prendere le cose con un altro spirito… 🙂 Il blog ti aiuta ad esprimerti, e in fondo, se ci pensiamo, spesso soffriamio per il fatto di non poterci esprimere nella quotidianità. Allora scrivi e scrivi… in fondo è un po' come mettere per esplicito ciò che ci teniamo dentro.

    Se ci scaldassi un po', caro il mio Sole, però, sto morendo di freddo!!! 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...