Fare la coda? Trendy.

N
on aspettavo altro. Attendere il 6 Gennaio per fare una chilometrica coda e giungere fino alla tanto agognata meta, non ha prezzo. La meta? Ma il negozio di Gucci, non l’avevate capito? Ne vale davvero la pena, sapete? Perché si aspetta un inverno intero per avere il capo trendy e persino fare la coda è trendy. Provate a chiedere al sottoscritto (se solo avete capito quanto io ami stare in coda) quanto ne vale la pena. La moda non è comprare da Gucci o chi per esso, certo questo è fashion; la vera moda è fare la coda. C’è dunque tutto un mondo intorno che sceglie di trascorrere giornate di festa facendo piccoli passetti che alimentano piano piano il proprio desiderio di trovare, una volta entrati nel magico mondo , una mutanda firmata. Non riesco ad entrare nell’ottica. Eppure devo ringraziare il grande mondo dei Tg che di questi tempi ci propina come al solito i soliti servizi sul popolo che affolla outlet e vie alla moda per un pizzico di soddisfazione personale. Perché, si tratta di accrescere la propria autostima e non di soddisfare un reale bisogno. Mi consolo dunque. Non sono l’unico che di tanto in tanto si dà all’acquisto compensativo come gia’ avevo trattato qui. Quel che più mi diverte è proprio assistere ai servizi giornalistici al riguardo; se vedere quella manica di sfigati in coda già mi strappa un bel sorriso, quando li sento parlare non riesco a trattenere una grassa risata unita ad un’espressione meravigliata e sconsolata. Immagino la tristezza di quelle boutique dei grandi centri, così desolatamente vuote durante la stagione ordinaria. Quelle “povere” commesse e bodyguards impegnati al massimo a limarsi le unghie o a far finta di tenere l’ordine in attesa di qualcuno che non entrerà mai. E poi, d’un tratto, finalmente anche un po’ di lavoro per loro. Tenere a bada la fila che spinge, accontentare il cliente esigente che ha atteso mesi questo momento e quindi risulterà anche irritato qualora non trovasse ciò che cerca. Una bella coda. In effetti mi ci voleva perché a differenza delle altre è l’unica che conduce ad un mondo incantato. Susciterò probabilmente un coro di voci in disaccordo con il mio punto di vista e ne sono consapevole. Ognuno in fondo, trae soddisfazione da ciò che più lo rende felice; sia esso un cappello, una borsa, un tablet, un cellulare. E’ la coda che mi rende idrofobo. Mi auguro che per una buona parte di Italiani, questa giornata di saldi abbia regalato un briciolo di autostima in più.

Annunci

7 comments

  1. @Davide: ciao Davide grazie per esserti unito al mio blog e pe ril tuo commento! Buona serata
    @Sara: ciao Sara, wow grande! Fare la coda è ià di per sè stressante, per entrare in un negozio….allucinante! Buona serata
    @Goccia: grazie per la tua diplomazia, la apprezzo molto. Ma infatti io parlavo di Tg, come mai hai menzionato Studio Aperto? 😉
    Buona serata!

    Mi piace

  2. Ma di che Tg parli? Studio Aperto??
    No, perchè se consideri Studio Aperto un telegiornale nel senso che fa informaazione tu con me hai chiuso… 🙂 molto diplomatica, lo so…
    no, scherzi a parte, hai proprio ragione: quelli sono proprio una folla, anzi, una calamità di sfigati, siamo stati circondati!!!

    Se ti può consolare non ti augurerei mai di andare a fare la coda all'outlet, nemmeno se fossi il mio peggior nemico 🙂
    Notte!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...