Negazione assoluta

S

appiate che ho rinunciato a farmi la barba per scrivere questo articolo. E questo è già il secondo elemento di novità di una giornata solo apparentemente uguale alle altre. La notizia è tutta in due semplici lettere unite a formare una piccola parola, dal significato perentorio. No. C’è tanto vigore e tanta voglia di riemergere nella mia reazione di oggi quando, ancor prima di accomodarmi sulla sedia, avvertivo il sentore dell’ennesima presa per il culo. E allora, ecco un No tanto naturale quanto efficace. Mi sarei aspettato imbarazzo da parte mia, la solita frase che lascia spazio alla possibilità, all’eventualità di un Si. E invece, no. Credetemi, ho chiuso la porta di quell’ufficio pervaso da una sensazione nuova. Finalmente, una reazione. “Enzo allora le hai le palle”, andandomene quatto quatto verso il mio ufficio. Una risposta che rivela decisione, rispetto per la propria persona, e soprattutto la capacità di amare se stessi. Senza poi considerare quel tempo successivo alla reazione, finalmente libero da domande, supposizioni e propositi di vendetta. Insomma, cari lettori, sono soddisfatto di me. Poi probabilmente torneranno all’attacco, giocheranno sulla mia fragilità, sulla mia patologia del cronico assenso. Ma ora non posso non prendere le mosse da questo fatto. E per scriverlo qui, per rendervi partecipi ho persino rinunciato a farmi la barba. E cosa c’è di rilevante in tutto questo? Eccome se c’è. Mettere da parte le mosse programmate, le attività studiate a tavolino per fare qualcosa che interessa maggiormente. Eccola la novità. Vada a farsi fottere la barba, non è con la barba o senza che la sostanza cambia. Vedete, non sono un uomo finito, ho sempre da imparare ma non dagli altri, solo da me stesso. E solo nel momento in cui riuscirò a dipingermi addosso l’immagine di persona rispettabile e decisa, avrò fatto un nuovo passo avanti. Gli altri non contano molto in questo periodo della mia vita. Sono davvero impegnato a ricostruirmi, ad approfittare il più possibile delle grane che il lavoro mi sta dando per vivere meglio. C’è ancora tantissima confusione, i pensieri sono sempre di più, sempre ossessiva la tendenza a far quadrare il cerchio, ad avere la vita sotto perenne controllo. Non è possibile, ma in tutto questo caos, sono ben felice di avere momenti di ritrovata identità. E ben venga anche la barba lunga.

 
keep-calm-and-just-say-no

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...