Rambo dei poveri

Non mi posso lamentare di questo anonimo Lunedì. Se accade qualcosa mi lamento, se nulla succede mi lamento. Dedico allora questo articolo alle piccole considerazioni a freddo, alla luce di un fine settimana che mi ha tranquillizzato. Resto comunque arrabbiato, convinto delle mie idee, e decisamente preoccupato su dove mi porterà questo atteggiamento, questa personalità così complessa. Non è stato un fuoco di paglia, non sono stato uomo per due giorni. Sebbene sia senza palle e non riesca a portare rancore, abita in me una voglia di cambiamento reale. Purtroppo il lavoro in questi anni ha portato a galla i miei limiti di relazione. Si diceva che solo con il lavoro sarei finalmente cambiato, uscendo dalla palude della bassa autostima e della timidezza. Non è stato così, anzi si può dire che la situazione sia degenerata. Aver scoperto il mondo dei rapporti (seppur limitatamente ai colleghi) ha spianato la strada a tutte le pecche del mio carattere. Disponibilità, solidarietà fino al totale asservimento. Ciò che non deve essere ed invece è. E fuori dall’ufficio? Non ho termini di paragone non avendo modo di capire quanto, l’essere uscito dal limbo della disoccupazione, abbia migliorato le mie capacità relazionali. La solitudine. Di certo mi sento nel bel mezzo di un paradosso: un lavoro, una normale rendita economica, una neanche tanto accentuata voglia di evasione. Manca l’altra parte della mela. Si dirà che è ora di trovarmi una compagna per la vita, che devo andare a convivere, trovare una ragione per tirare avanti dando senso al mio lavoro. Si dirà anche che potrò vivere da solo, se voglio, ma a patto di gettarmi nelle braccia della libertà, godendone i privilegi. Si dirà che devo agire, che la devo smettere di sprecare il mio tempo in chiacchiere. Che è ora di buttare via le parole, le teorie di questo blog, scritte tanto per giustificare il solito immobilismo. Oppure si dirà che così stava scritto, che la piega della vita è questa e che non sarebbe più Enzo se Enzo diventasse una sorta di Rambo, che lotta contro il male e si butta a capofitto nella mischia. Considerazioni a freddo, magari tra qualche giorno torno a fingermi Rambo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...