Mezzanotte mondiale

Sono notti Mondiali. Ma nel vero senso della parola dato che dovrò rimanere sveglio fino a mezzanotte per guardare la partita dell’Italia. E’ arrivata la tempesta estiva, e non invidio chi passerà la serata all’aperto in attesa dell’incontro. Ho una scusa per restare a casa sebbene sia sabato e la mente voli velocemente a vent’anni fa, agli amici e ai match nella solita pizzeria . Si esultava e si piangeva per i Mondiali d’America. Vent’anni. Fuori la tempesta sembra aver lasciato il posto ad una pioggia leggera, qualche tuono e lampi improvvisi. Non me l’ha ordinato il medico di aspettare, ma non so se reggerò l’urto delle ore piccole; cosa ridete, le due del mattino sono quanto di meglio mi posso permettere, se tutto va bene. Non chiedetemi cosa mi ha spinto a scrivere questo articolo, forse sto cercando di occupare il tempo e di tenermi sveglio ma sono solo le nove di sera, cavolo. Forse avrei voluto parlare della giustificazione ad una serata casalinga, come tante. Un po’ mi viene a mancare lo spirito goliardico del “partitone” guardato in compagnia degli amici, mi mancano loro, mi manca la condivisione. Si, a volte è così. Forse volevo parlare di questo, di come mi sono adagiato e accontentato di vivere tutto o quasi, in perfetta solitudine. Credendo di poterlo fare senza patimento, anteponendo la pace con se stessi ai sorrisi e all’evasione. Notti mondiali, di cui non mi importa granché. Il calcio è una di quelle passioni che non ti mettono in gioco, che non richiedono stimoli ad imparare, a migliorarsi. Nel corso degli anni sono cambiate le pretese, gli obiettivi e la ricerca del piacere ha percorso strade diverse. La pressoché totale alienazione ed il rigetto della relazione (considerata pericolosa per il mio precario equilibrio) mi hanno fatto riporre, persino il sesso, in un angolino. Non è argomento di cui parlare in questo blog, è un dato sensibilissimo e come tale merita di essere riservato. Insomma, ho bandito i piaceri voluttuari, ma vaglielo a spiegare a chi tenta un approccio, chi pensa di aver incontrato un amico, chi si illude di potersi fidare. Cerchi presenza? Io scappo. Cerchi qualcuno che dimostri interesse reale e non uno squallido opportunismo? Hai sbagliato persona. Cerchi una persona buona, con un grande cuore ma che ha deciso di conservarlo intatto fino al trapasso? Mi hai trovato. Se non hai pretese, mi hai trovato. Se accetti l’assoluta diversità di un uomo normale, mi hai trovato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...