Abbronzato (non) è bello

Ora non vorrei passare per il solito disfattista ma due ritardi, una dose di rogne ed un quasi vaffanculo a chi comanda mi sembrano sufficienti per definire l’impatto del rientro…..intenso. No? Io penso che un viso abbronzato e ben disteso sia il biglietto da visita peggiore quando entri in ufficio. Ricevi tanti di quei bentornato pieni di invidia e rancore accumulati e, l’ho provato, l’unica cosa che ti resta è aspettare l’arrivo della mazzata. Poi a fine turno vai in bagno e provi a capire quanta abbronzatura sia svanita in otto ore. Ma vogliamo mica lamentarci? Come mi è capitato di scrivere in un momento di vena poetica mentre il sole mi bruciava sulla pelle: “So che pagherò questa boria al mio ritorno ma le emozioni, queste non le avrete mai”. Ragion per cui archivio un Lunedì qualsiasi e non il Lunedì del rientro. Mi diverte tuttavia notare come alcune persone fanno dell’ufficio il luogo dove mettere in atto strategie e piccole ritorsioni. Ancora non riesco a liberarmi completamente della convinzione che ci sia qualcosa di demoniaco nelle interazioni tra colleghi. Vorrei tornare al mare soltanto per capire e ribadire a me stesso che la vita è un’altra e che sarebbe davvero inaccettabile e imperdonabile scendere a patti con gente del genere. Vabbè, è andata così, almeno ho rotto il ghiaccio. Stamattina già ciondolavo sul sei e trenta e ripetevo a menadito ( tra me e me ovviamente) il verbo che dovrei imparare a memoria per i prossimi mesi: rimuovere. Scorie, pensieri negativi, anche giornate come questa che pur nella loro piega negativa a volte, offrono riflessioni come quelle che sto scrivendo. Tirare via il più possibile dal cervello ciò che lo rende sporco e predisposto a sporcarsi ulteriormente. Ma si sa, sono piccole stupidaggini da post vacanze. L’unico obiettivo possibile e (salvo imprevisti di mano divina) raggiungibile si chiama: domani. Alla bollatrice regna la retorica ed io non mi sono sottratto neanche oggi: “ Ah, guardiamo già il calendario delle vacanze Natalizie, pensiamo ardentemente alle prossime vacanze e poi? Poi ci lamenteremo del tempo che passa e torneremo alla bollatrice a parlare d’estate”. Insomma, questo ritorno sa di un po’ di tutto, lascio giudicare a voi; e buon rientro ( spero più intrigante del mio) a chi oggi ha ripreso ad esercitare l’arte della sopravvivenza in ufficio.

 

Annunci

4 comments

  1. E’ dappertutto lo stesso copione .. ridiamoci su, il sorriso è il miglior amuleto per sopravvivere. 😉
    Per fortuna è già martedì, coraggio, le vacanze di Natale si avvicinano, schhhh … non ci facciamo sentire! 😆
    Buona giornata
    Affy

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...