Immagini o parole?

L’estate è qui e non si scappa. So che non è una bell’immagine ma da stamattina non faccio altro che guardarmi la zona delle ascelle. Qui si suda perché qui non si sta mai fermi. Inconsciamente il ritorno al lavoro ci rende un po’ più agitati e l’impatto provoca scompensi anche a livello di ph, ma dal punto di vista mentale, è come se prendessi una facciata contro il muro. Vivrò di rendita e mi trascinerò fino a Venerdì cullandomi nel ricordo di un bel weekend e di un altro imminente. Non ho più voglia di lavorare, voi? Ognuno di noi si sente meritevole di almeno tre mesi di vacanza, in modo da godersi la più bella stagione dell’anno. Cosa sono tre settimane di ferie? Uno sputacchio. Questo è il classico articolo figlio del primo vero caldo; come accade per il freddo gelido, i pensieri sono praticamente azzerati. Oggi raccontavo ad una collega che, in alcune situazioni, è decisamente meglio esprimersi con le immagini; infatti, si risparmia fiato e si comunica in modo più efficace. Inoltre attraverso una fotografia neanche tanto studiata si evita la fatica di perdersi in descrizioni. E’ a mio parere il tempo di scatti che raccolgono e raccontano istanti di vita di cui, almeno io, non riesco a rendere partecipi gli altri usando le parole. Ne guadagna la mia passione per la fotografia che è causa ed effetto della mia avarizia di termini e concetti. Lo scorso Lunedì, durante la gita a Camogli, ho avuto modo di immortalare qualcosa. Non sono mai soddisfatto di me e raramente mi vedreste compiaciuto mentre scorro le immagini sul pc. Così ho “lavorato” su quelle decenti e ho pubblicato e condviso. La passione non è mai adeguatamente supportata dalla conoscenza tecnica e dall’esercizio per cui rimango sempre un amatore incosciente. Anche per la bici vale lo stesso discorso. Di questi tempi amo guardare oltre, ai riscontri e questi, per quanto non eccezionali, sono sufficienti a farmi stare bene. Mi accontento di poco? Macché, sto invece facendo moltissimo considerando la miseria di tempo che mi è concessa. Continuo a scrivere, ma spero di lasciare immagini, un po’ ovunque sul terreno dei social. Chi le vuole vedere sa come contattarmi anche se i miei lettori affezionati di me sanno già tutto, attraverso queste righe.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...