Numeri

Mi sono sbagliato. Non si trattava di una proposta ma di un ordine. I modi sono stati gentili, per carità, ma pur sempre di un ordine si tratta. Quindi non dovrò caricarmi del fardello di una scelta perché chi di dovere ha già deciso. Ho solo commesso un errore imperdonabile: considerarmi una persona, per giunta insostituibile. Una follia se il contesto di cui si parla è l’ufficio. Siamo tutti numeri, no? Chi mai dovrebbe prendersi il mal di pancia di capire chi sei e quanto vali? Per non parlare dell’utilità. Ma non tutti i numeri sono uguali, evidentemente. Ci sono quelli, come me, costretti a portare la croce della propria personalità, ostinati nel dimostrare di saper fare le cose. Li chiamano “intelligenti”. Disponibili, cortesi, dove li metti stanno e hai la garanzia che non ti deluderanno. Siamo tutti numeri e di noi si fa quel che si vuole. Quindi ho preso un abbaglio perché mi ha sfiorato l’idea di essere un uomo con le proprie debolezze, le certezze risicate, il bisogno di essere ascoltato. Pazienza, sono pronto. Anzi no. Non lo sono per niente e la cosa di cui mi dispiaccio è perdere un po’ del mio quotidiano a cui, bene o male, mi ero affezionato. Parlo delle facce amiche, delle risate, dei discorsi seri. Dio santo, non vado al fronte. E che sarà mai? Io ho un cuore, un’anima e nel mio piccolo anche qualche lacrima . Poi tanto siamo numeri e tutto riprenderà a funzionare. Le regole non cambiano. Resta la vita che, prima o poi, ti ordina di cambiare. Magari è meglio per me.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...