Corsia di destra

Non si può vivere di ricordi ma a volte sono loro a cercare te. Come un’auto in contromano che ti piomba addosso, mentre tu provi a vivere la vita sulla corsia più a destra. Ci sono persone che non dimentichiamo perché rimangono appese ad un filo di presenza che non si è mai spezzato, nemmeno a distanza di anni. Quando ancora Internet non era il motore potentissimo che è oggi, non si pensava che un rapporto potesse morire così, da un giorno all’altro; le amicizie in fondo non erano squallidi elementi di una lista da poter aggiungere od eliminare a piacimento. Avevano anima,vigore, forza distruttiva positiva. Generavano emozioni. Le stesse che oggi sono tornate a trovarmi, tra la polvere di una cantina piena di scartoffie inutili che si accumulano giorno dopo giorno. Oggetti insignificanti tra i quali una piccola scatola, alcune buste e parole scritte al loro interno. Non è il luogo ideale per lasciarsi andare alle rimembranze ma è il momento più opportuno per sentirsi nuovamente amato, quasi idolatrato. Leggi quella data in alto. I ricordi viaggiano veloci mentre tu ormai hai scelto di percorrere la corsia più a destra, lentamente. Rimugini un attimo: “Che fine avrà fatto? Ed io invece, come mi sono ridotto?”. Tanta voglia di ridare forma e sostanza ad un passato. Ma sarà poi giusto disturbare i ricordi? Oppure è meglio non rischiare di spezzare il filo della presenza?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...