Rapito

Io non credo che Internet ci abbia cambiati. Io penso piuttosto che abbia mischiato le carte del nostro Io e del modo di relazionarci. Ha preso noi e le nostre certezze e ci ha catapultati in un mondo parallelo fatto di immagini ed entità astratte. Quello che eravamo andava bene fino a che il nostro contesto si fosse limitato ad un luogo fisico. E chi come me si è sentito vittima di un rapimento impunito, ora fatica ad accettare la condizione di ostaggio. Ieri, una persona che non mi ha mai conosciuto di persona né ha modo di sapere qualcosa sul mio passato, mi ha detto: “Secondo me ti manca l’amore, forse perché non sei mai stato innamorato; ecco perché credi di vivere bene nella tua solitudine”. Di fronte a questa affermazione ho fatto in modo che la conversazione prendesse altre strade; il mio timore è quello di dover lasciare al solito cliente occasionale qualcosa di prezioso, di mio, come il sentimento. Fosse anche appartenente al mio passato. Chi ha mischiato le carte si può prendere la presenza, la superficie, la materia. L’anima, quella, non l’avrà mai. E chi crede di conoscermi ha sbagliato tutto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...