Fuori moda

A volte basta poco. Venerdì ad esempio ho rinunciato a circa settanta euro di stipendio. Mi spiego: ho aderito allo sciopero generale perché volevo guadagnare un giorno di vita e andarmene a Milano. Le occasioni per godere di qualche scampolo di vita reale sono davvero limitate e sarebbe stupido non coglierle. Così ho fatto a meno degli euro e mi sono riappropriato di qualcosa cui ormai non sono più abituato, un po’ di interazione ed un minimo di dialogo. Quando metto piede nel mondo reale, tutto il resto mi sembra inutile: a cominciare da quelle liste che non mi danno nulla se non troppe seghe mentali. Perché preoccuparmi di loro? Perché mai aspettarmi qualcosa? A quel punto scatta l’ “operazione pulizia”. Comincio a rimuovere, a farmi spazio tra persone ingombranti e stupide promesse. E mentre cancello mi ricapita di pensare al tempo perso ad ascoltare questo o quello, ad attendere chissà quale conferma. Per certi versi sono un po’ come loro. Ho solo il grande difetto di tornare sulle cose e sulle persone chiedendomi la ragione di certi comportamenti. Non è molto social e non va di moda. Per questo sono solo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...