Il grande passo

Il sogno mattutino racconta di un uomo terrorizzato al quale sono rimaste pochissime ore della libertà cui si era piacevolmente abituato. Il contesto è di quelli idilliaci, forse la campagna toscana. Egli sa che da lì a poco convolerà a giuste (?) nozze e vive questo passaggio della vita roso dal timore che più niente sarà come prima. Corre e si dibatte, poi decide di indossare una tenuta esorcizzante: camicia e cravatta abbinati a bermuda e scarpe da jogging. Il grande salto è lì, ad un passo. Che sia una prova di maturità? La stessa del sogno dell’uomo in procinto di laurearsi e che, giunto al momento fatidico, scopre di essere totalmente impreparato? Un’altra menzogna. I grandi passi, le scelte, i momenti topici, e la stessa paura di sempre, l’eterno bambino che non sa più che scusa trovare per giustificare un’immaturità conclamata. Il sogno mattutino finisce con l’uomo che urla e sbraita: “Non voglio!” Poi è Domenica, la colazione, la seduta in palestra. L’ho scampata bella. Per ora. Per la cronaca, mi sono fatto una risata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...