I nuovi mostri

Premetto che chi scrive è tutto meno che bello a vedersi. Mi preme tuttavia fare un’osservazione: ci sono persone di notevole bruttezza esteriore; da esse si tende a pretendere un briciolo di simpatia ovvero che siano in possesso di qualità in grado di compensare il gap. Spesso ci troviamo di fronte ad un tale cumulo di elementi negativi da dover utilizzare ( non a sproposito ) il termine “mostro”. Ve n’è uno nei miei (troppo) prossimi dintorni verso il quale non ho mai provato grande attrazione. Non mi sono mai curato del suo aspetto esteriore ma ho cercato di individuarne subito l’elemento compensativo: capacità ? Etica? Senso del rispetto? Umiltà? Intelligenza? Niente. Oggi ho trascorso le ultime due ore di lavoro ai piani alti, rimbalzando da una grana all’altra. Così mi sono perso la piccola festa di saluto ad un collega, alla quale io ed altri non siamo stati invitati. Alla resa dei conti è stato meglio rimanere lontano dal coro delle ipocrisie, ma la conclusione è dura: la bruttezza esteriore non è nulla al confronto con il deserto che alcune persone rappresentano e che esibiscono con la stessa scioltezza del loro orrendo aspetto.

Annunci

4 comments

  1. Beh..argomento interessante. ..è vero spesso ci facciamo fregare dal lato estetico e ci affrettiamo a dare giudizi prima ancora di conoscere chi si cela dietro una facciata che non ci attrae. Oppure ci affanniamo per trovare il lato che compensa quello estetico. La classica frase “non è carina ma è simpatica” è proprio l’emblema … io
    mi sono trovata in situazioni opposte. Da una parte mi sono trovata davanti ad un non bello marito di una mia ex collega e parlandoci e conoscendolo ho pensato che con uno così avrei potuto dividere la vita. ..dall’altra ho un collega 4 volte campione del mondo di pattinaggio a rotelle che mi ha immediatamente colpito per l’aspetto fisico. ..ma conoscendolo non c’è niente oltre rifarsi gli occhi. Sarà perché ormai comincio ad invecchiare ma più vado avanti e più mi convinco della superficialità di coloro che basano le loro scelte sull’aspetto esteriore…con il passare degli anni il fisico cede ma quello che sei dentro non mente!

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Simo, è molto vero quello che dici. Gli stereotipi del brutto che è intelligente e del bello senza cervello ormai sono piuttosto diffusi. IO mi sono imbattuto sfortunatamente in qualcosa che riesce ad essere repellente. Ancora oggi ne ho avuto conferma. Si potrebbe soprassedere sull’aspetto che, per l’appunto, è relativo. Ma ad imbruttire il soggetto ulteriormente è il marcio del suo modo di fare e di agire. Pensi di aver visto il peggio ed ogni giorno ti si offre uno spettacolo ancor più brutto. Pazienza, me ne faccio una ragione anche se, rimango in attesa di ulteriori dimostrazioni di disumanità. Un forte abbraccio!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...