In vino veritas

Oggi sono stato alla fiera dell’artigianato di Milano. E’ uno dei pochi luoghi affollati in cui mi trovo a mio agio, un appuntamento al quale non manco mai. Torno a casa distrutto per il male alle gambe ma ne vale sempre la pena. E dopo tanto rumore (per piacevole che sia) il desiderio maggiore rimane quello del silenzio e del calore di casa; una sorta di ritorno immediato alle abitudini. Questa è anche una di quelle sere in cui avrei voglia del famoso salotto, il camino ed il vino rosso. Poi parlare fino a notte fonda, cercando di ritrovare la quadra di tutto. Come se ci fosse bisogno di rimettere le cose a posto. E invece no. A me Natale stressa. Scusatemi, sto invecchiando. Forse meglio lo stress della malinconia. E poi sapete che fa? Accentua la percezione del distacco tra me e gli altri. Mi riferisco a chi ancora riesce a trovare un motivo vero per vivere la festa. Per me l’unico è la famiglia e dovrei chiudere qui. C’è tuttavia un senso di vuoto interiore che ti piglia in queste fasi che prima di diventare un problema esistenziale, potrebbe essere evitato in un salotto, con qualche bicchiere di rosso e tanta ( ma tanta) verità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...