Quale mondo?

Un ventennio fa circa, caddi in uno stato pseudo-depressivo a seguito di una delusione sentimentale. Ricordo che non si trattò di una passeggiata ma di un lungo e tortuoso cammino che scelsi di affrontare da solo. Chiudendomi in casa ed uscendo soltanto per guidare l’auto così a caso, una mezz’oretta al giorno. Per almeno sei mesi. Nessun contatto con l’esterno ( intendo persone amiche ) e la sensazione di non potermi staccare da quella fine se non attraverso la solitudine. Ecco, avevo deciso così, di allontanarmi dalla realtà per dimenticare. Quando tornai alla vita, ero un uomo nuovo e capii che ogni futuro “distacco” non si sarebbe rivelato semplice. Oggi cosa accade quando andiamo in “crisi esistenziale”? Chiudiamo un account. Voglio capire: se andiamo in crisi ci allontaniamo dal mondo per stare soli. Ma quale mondo? Cioè, pensiamo davvero che freghi qualcosa a qualcuno di quelli che stanno lì? Penso a quel tempo: io mi privavo realmente di un mondo, capivo che mi mancava. Oggi decidiamo di tagliare i ponti con Messenger, Whatsapp, Facebook. Di questo ci accontentiamo? Di tornare poi ad essere entità virtuali? C’è qualcosa che non torna. So già che non mi sono spiegato bene.

Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...