Regali di Natale

Succede sempre qualcosa quando arriva Natale. Più giunge il rumore fastidioso degli auguri e delle parole dense di buonismo, più io mi ritraggo e cerco dentro di me riparo. In quei giorni temo che la famiglia potrebbe essermi d’ostacolo sebbene io sia fortunato ad averla; infatti proprio in quei giorni diventa un muro contro il quale sbatte il mio malessere. L’amplificazione del disagio è proporzionale al bisogno forzato di apparire, mestiere di cui sono maestro, nel senso di millantare al fine di vivere quieto tra gli estranei; l’indossare una maschera ancor più pesante della solita mi rende feroce censore del mondo. Più di quanto non lo sia ogni giorno. Il Natale porta però con sé un carico di certezze di cui ho fatto incetta; il Babbo rovescia il suo sacco pieno di priorità e massime da adottare per il futuro. Via, se possibile, ogni stupida illusione, bando all’idea di essere nei pensieri di qualcuno. Si dia inizio alle danze: scendano in campo le passioni. Camminare da solo, sacca in spalla e macchina fotografica. Scrivere qui. Dio sa che non posso permettermi distrazioni. Non più. Chi ha ignorato il mio silenzio non ha colto il messaggio di richiesta d’aiuto. Uno, due, dieci in meno. Riprendano pure le trasmissioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...