Scatto libero

Vorrei assolutamente congelare qui il momento di autentica libertà vissuto oggi. Appena uscito dalla Cattedrale, ho riposto la reflex in borsa e mi sono avviato verso casa. A piedi. E con un sorriso di soddisfazione stampato in faccia. Chi avesse potuto guardami negli occhi vi avrebbe letto l’emozione che può provare un bambino quando scopre un nuovo gioco. La bellezza sta nell’afferrarlo, farci un po’ quel che viene e poi rigiocarci e attendere la prossima volta. Ecco, la reflex è il mio giocattolo. Essa non ha un fine se non quello (almeno al momento) di distogliermi dai pensieri e dalle ansie; da qui a ritenermi soddisfatto di ciò che produco ne passa eccome. Per questo desidero fermare e godere dell’aspetto poetico della cosa più che di quello materiale. Quando comincerò a saper scattare fotografie ve lo dirò! Scrivere e parlare di fotografia, mix migliore di cose belle non c’è. Dannata ricerca della perfezione e benedetta costanza che mi accompagna solo quando faccio quello che mi piace. La compensazione mi guida verso (forse) un ulteriore progressivo isolamento ma dove potrei accarezzare attimi di pace.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...