Bagno di umiltà

Le questioni sono: nella vita, quanto è importante essere umili? Quando si raggiunge un vero equilibrio? Soprattutto: chiedere troppo alle nostre capacità è un sintomo di presunzione? Qual è la ricetta per raggiungere la serenità di spirito giocandosi tutte le carte a disposizione? La mia vecchia reflex apparteneva alla categoria “entry level”. Per questa ragione, quando lo scatto pareva più buono, il mago ero io. Ora che sono salito di grado, mi rendo conto di non saper guidare la macchina e mi sono persino permesso di dubitare delle sue potenzialità. Di chi la colpa? Certamente la mia. Mi è sfuggita di mano la capacità di essere obiettivi. Per fortuna me ne sono accorto subito e da bravo scolaretto sto provando ad imparare e a renderle giustizia. Probabilmente pretendere troppo da noi stessi non significa essere presuntuosi o poco umili; forse, masochisti. L’umiltà inoltre passa per il senso di autocritica e da questo punto di vista, sono molto dotato. Ho messo giù pensieri alla rinfusa. E’ che riguardando i miei scatti, mi viene voglia di piangere. Scherzo…

Annunci

2 comments

  1. Simo! Qualche giorno fa pensavo proprio al film che hai citato e alla famosa scenda di Amanda Sandrelli. Provare, provare e provare. Poi, l’importante è cominciare a prenderci gusto anche dagli errori. Ed è quello che sta accadendo a me. Appena penso di aver imparato qualcosa scopro di poter migliorare e correggere. Leggendo il caso del papà della tua amica non posso che consolarmi! Ad ogni modo vediamo cosa uscirà al prossimo tentativo. Un abbraccio e buona settimana.. 🙂

    Mi piace

  2. L’umiltà è segno di intelligenza. Il dubbio lo stesso: nasce in chi ha cervello. Secondo me hai la patente ma fino ad ora guidavi una utilitaria e avevi imparato a sfruttare tutte le sue capacità. Adesso ti ritrovi di colpo su una Ferrari e siccome non è possibile che vada peggio di una utilitaria sei tu che devi solo prenderci la mano. Come diceva la Sandrelli in non ci resta che piangere: bisogna provare provare provare….mi viene in mente un episodio: il babbo della stefania lippi che ha sempre creduto di sapere fare tutto lui avendo lavorato per anni a Milano e avendo preso la mentalità milanese, per il matrimonio di sua figlia le disse di non prendere un fotografo professionista che ci avrebbe pensato lui. In sintesi ha sbagliato i parametri e ha bruciato la pellicola. La stefania del suo matrimonio ha solo le foto di amici! e ho detto tutto! Buon week end e buone foto. Un abbraccio simo

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...