Che minestrone!

La sera del Sabato è senza dubbio quella dal sapore più malinconico. L’assenza quasi totale di relazioni umane tangibili ed un effettivo rilassamento delle attività cerebrali, innescano un processo fatto di ricordi e rimpianti. A volte poi fanno capolino frasi, promesse, volti di quel mondo virtuale che, a dirla tutta, è stata la mia rovina. Poi c’è lui, il blog ed il suo spazio aperto alle parole che non riesco mai a dire guardando negli occhi qualcuno. Pensieri sempre silenziosi ma con un sottofondo urlato che significa ricerca di aiuto, quasi sempre ignorata. La sera del Sabato è interlocutoria, né carne né pesce; sono a metà del ponte che porta alle piccole ansie della Domenica e alle consapevolezze di aver (forse) buttato via un’altra occasione. Ma non è lecito lamentarsi oppure non serve. C’è sempre nascosta in un angolo una grande voglia di rivalsa, quasi un’attesa spasmodica di un “come stai? “ da parte di chi si è allontanato, sperando poi di potergli voltare le spalle. C’è dunque risentimento e desiderio di vendetta. Insomma, un gran bel minestrone di sentimenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...