Abbandoni

E’ possibile arrivare ad odiare se stessi ed il proprio lavoro al punto da volerli abbandonare entrambi? Io penso che la persona ipersensibile sia quella in grado di percepire sé ed il proprio dolore interiore in maniera esponenziale, al punto da non volersi più accettare per ciò che è. Questo accade in particolare quando si è consapevoli che le proprie debolezze ( pregi, in altri contesti che non siano il lavoro ) rendono la vita un inferno. Appunto, il lavoro. A quanti di voi riesce di essere se stessi anche in ufficio? E a quanti questo gli torna addosso come un boomerang? Le persone ipersensibili portano la croce del proprio sentire ciò che accade dentro, al punto da non riuscire più a guardare gli altri, spesso percepiti come demoni. La soluzione finale sembra dunque quella di abbandonarsi e abbandonare ciò che provoca male e sofferenza. Ma poi? Questa croce pesa, cari lettori, pesa molto. Fanno presto gli altri ad insegnare: “Devi dire di no più spesso, non arrabbiarti con te stesso ma scarica addosso a chi ti fa male”. Sembra tutto facile per chi forse la vita l’ha plasmato in un certo modo. Forse io sono ancora da svezzare.

Annunci

9 comments

      1. Sì, ti posso capire. Ho usato la razionalità per tanto tempo e poi sono scoppiata. Quindi adesso vedo tutto in un’ottica un po’ differente, anche se questo non risolve di certo i miei problemi 😉

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...