L’altro cuore

Dicono che invecchiando ci si fa meno pippe mentali per le stronzate. Da questo punto di vista io sono giovanissimo. Con l’età però viene naturale stilare una sorta di graduatoria delle priorità e solitamente in cima ad essa, sta la salute. Io ho cominciato a volermi bene in tal senso dai trent’anni in su e con il tempo il sentimento si è rafforzato fino a diventare prima amore, poi ossessione. Confesso che inizialmente badavo all’estetica: lavorare di palestra per dare un’immagine. Oggi alzare pesi oppure andare in bici è solo ed esclusivamente il mio modo per sentirmi bene. L’apparenza lascia il tempo che trova. Ieri mi sono sottoposto alla prima di una serie di visite di controllo programmate: al termine della lunga “seduta”, la dottoressa mi ha detto di andarci piano con gli sforzi eccessivi. Il cuore è sano? “Ni”. Insomma, mi voglio bene e ubbidirò ai consigli. Ora mi tocca ad usare l’altro cuore, quello che fa fare le cose belle.

Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...