Tutto a posto

Fare ordine: nei cassetti, negli armadi, tra le carte più o meno importanti. Sarò paranoico ma tutto questo mi fa sentire comunque bene. E’ solo la trasposizione nella vita reale di quella smania di avere ogni cosa sotto controllo, a cominciare dal proprio destino. Sappiamo bene che è impossibile ma è proprio per questo che l’idea di avere ciò che è materiale al suo posto, mi rende sollevato. Anche tenere d’occhio l’ansia si può, basta un po’ di esercizio dal momento che non sono ancora riuscito a riprendere contatti con Elisa. Quando tutto converge verso l’ideale della perfezione, la mia convinzione di stare bene si trasforma in ossessione. Insomma, non so vivere per il gusto di farlo ed è molto grave non averlo ancora imparato. Perciò mi accontento di sistemare gli oggetti e di rispettare le ore di sonno. Lavoro su questo. Le emozioni sono di chi ha capito la lezione e di quelli che giustamente, se ne fottono di capire se la confusione originaria possa essere regolata dai comuni mortali. Domani riprendo a lavorare. Nonostante sembri il contrario, sono sereno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...