Mezza età

C’è qualcosa di positivo nell’età che avanza e si chiama: selezione. Non parlo di quella “naturale”: cose, persone, passioni, amori vanno e vengono perché lo vuole il destino. Punto. Io mi riferisco a quel po’ di libero arbitrio che ci rimane e che, unito alla saggezza (non di tutti, sia chiaro) della mezza età , ci permette di godere di un piacere unico. Non è consapevolezza, nemmeno rassegnazione ma solo istinto naturale di individuare ciò che è meglio per noi. Le cosiddette priorità. Quindi le cose, le persone, le passioni, gli amori. Sono gli stessi di vent’anni fa, vissuti e goduti con un piglio diverso, un occhio clinico, la giusta ironia. Ah, l’ironia. Noto con dispiacere che se n’è smarrito il senso. In certi luoghi virtuali si affermano con forza i sentimenti (?) estremi: se vuoi piacere devi ostentare felicità oppure rappresentare un caso umano. Sarai inondato di interesse (ipocrita) e la cosa finisce lì. L’ironia è cosa per pochi: esserne dotato e comprenderla. La selezione ( se sai farla ) ti nasconde tra la folla, ti fa piccolo, quasi invisibile ai più ma straordinariamente apprezzato da pochi. Nell’età che avanza c’è di bello che ti accorgi delle cose più piccole: ci si incontra in posti silenziosi e si condivide il piacere vero. Ah, la mezza età.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...