Corsia di emergenza

Per una strana legge terrena del contrappasso mi trovo costretto a pagare da subito lo scotto della mia misantropia. Dodici ore di gente. Credetemi, è una pena. Strana è innanzitutto, la vita. Ti chiude dietro le sbarre di una stanza vuota e silenziosa ( il mio privato ) e poi ti rende “libero” di vivere la gente quando non vuoi. Di questo percorso terreno ho smesso di chiedermi le ragioni e non ho più la forza di spiegarmi se l’odio che pervade la gente sia o meno una sorta di filo rosso che unisce menti limitate. Non c’è alcun dubbio che esistono persone destinate a soffrire le pene di un’esistenza sovradimensionale; fuori dai luoghi comuni e dalle opinioni medie, esse viaggiano su strade parallele che assomigliano a corsie d’emergenza. Là procedono lentamente, a volte sostano, lanciando SOS spesso inascoltati. Ed io che ho scelto la corsia di destra ora mi sento ancora più stanco. Non ho l’età per affrontare forzatamente la massa. E’ una pena che spero finirà presto. Basterà chiedere uno spostamento, se sarò tremendamente fortunato, ridurrò il carico dei viaggi. Però questo contrappasso terreno lo trovo ingiusto. Fino a quando il ritorno a casa mi regalerà la gioia di una presenza non potrò che essere felice. Fino ad allora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...