Fai da te

Ho un solo proposito che vorrei attuare: non parlare più di lavoro e della vita che gli ruota intorno, né qui né sul social. La ragione è semplice: l’ufficio, i treni e tutto il resto non lo meritano. Inoltre, proprio parlandone, finirei per esasperare le situazioni e starci male. Se dunque non si può evitare il problema, almeno provo a girargli intorno. Mi limito a dire che il rientro è stato morbido. In questi giorni ho provato molta curiosità nello scorrere i miei scatti fotografici. Per carità, non mi aspettavo nulla e come spesso accade, sono soddisfatto a metà. Sono abbastanza giustificato dal fatto che non mi sono mai trovato nella condizione migliore per “la fotografia” che avrei voluto. Ora mi sto dilettando a capire se sono riuscito a immortalare qualcosa di interessante al di là dei più o meno banali errori di impostazione. La fotografia resta sempre una passione che tuttavia “cozza” con la mia natura autocritica e la smania della perfezione. Pretendere molto da me stesso è sempre stato un atteggiamento dominante nella mia vita. Quando, come in questo caso, a fottermi è il tempo, si dovrebbe abbassare l’asticella delle ambizioni.. Non potrò mai apprendere né iscrivendomi ad un circolo, né frequentando corsi. Mi resta il fai da te. Resto fortemente attaccato alle passioni e alla positività dei pensieri dominanti. Ne trarrò beneficio, lo so.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...