Il labirinto

Io non sono un buon amico. E non sarei nemmeno un buon compagno. Per me il rapporto è un labirinto all’interno del quale fatico a trovare un’uscita, laddove per uscita si intende la giusta dimensione. Forse la colpa è anche un po’ di internet e del fatto che ci ha inculcato strani sistemi e metodologie di conoscenza e sviluppo delle relazioni. La responsabilità è innanzitutto mia e della mia cattiva abitudine di selezionare, fino ad escludere tutti. All’interno del labirinto avanzo e ritorno sui miei passi. Non sono un buon amico perché non ho tempo per esserlo? E’ dunque dell’assenza di veri momenti di calma, la responsabilità? Eppure ci sono molte persone che meriterebbero stima e considerazione ed io finisco con l’essere sempre un po’ latente, per poi riapparire. Mi manca indubbiamente un rapporto stabile ma sono troppo impegnato ad odiare la mia vita parallela; è vero, quasi non ne parlo più ma alla fine lei si prende tutto di me, soprattutto le buone intenzioni. Continuo a sentirmi diverso dalla massa, un uomo d’altri tempi, a detta di qualcuno persino (sotto sotto, ma molto sotto) un romanticone. E allora da dove viene la riflessione? Sicuramente dal senso di colpa e da una certa rassegnazione. Perché non è facile farsi accettare per come si è diciamo…saltimbanchi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...