E piove

Piove forte. Ho concluso che si vive meglio se ci si rifiuta di capire gli altri o almeno ci si inculca nel cervello che siamo tutti diversi a questo mondo. Io per primo sono un essere indefinibile nella sua personalità, modo di fare, carattere. Io non so cosa sia l’amicizia e forse mai lo saprò perché mi rifiuto di seguire canoni precisi di comportamento. Ad esempio, non può essere un buon amico quello che affronta le cose vivendole alla giornata: uno stile di vita che finisce per abbracciare diversi campi della propria esistenza. Io non so chi sono per gli altri, cosa rappresento e se esista qualcuno sulla terra che potrebbe un giorno dispiacersi, dovesse perdermi. Quello che mi preme dire è che in questo mondo virtuale, gaudagnamo e perdiamo tutti e nessuno poi alla fine, ha qualcosa di cui andare fiero. Parlo dimenticando cosa sia l’obiettività, forse, ma a volte ci rifletto e mi sento deluso, da me stesso (in primis) e dagli altri. E’ una sera in cui il virtuale torna a farmi schifo più di prima, alla luce di alcuni pensieri che sono tornati in testa in questi giorni. Sai, mi sono detto, se mai un giorno avessi bisogno di grande conforto, a chi potresti rivolgerti in concreto? Chi sarebbe qui? E se scoprissi di avere solo perso tempo e di non avere fatto nulla di importante? E’ solo un castello di carte che ad ogni alito di vento, cade. Tutto questo pessimismo? Forse perché piove. Forte.

Annunci

2 comments

  1. Io ti leggo sempre, leggo tutti quelli che seguo, perchè questa è la prima cosa che faccio nel mondo virtuale, leggo quello che hanno da dire gli altri. Enzo tu ad esempio lo fai? Perchè parlare va bene, ma anche saper ascoltare, sapersi guardare attorno. Perchè se ti giri intorno troverai divertimento, colori, ma anche solitudine e dolore. La vita è quel dito al culo che ci riguarda tutti. Diventa difficile commentarti, perchè a parte quella breve fase estiva che hai avuto, forse dovuta alla ferie, per il resto i tuoi post riprendono la vita di un uomo infelice. I momenti down ce li abbiamo tutti, io la settimana scorsa ho preferito tacere, non scrivere ad esempio, ma questo sono io. Puoi scrivere anni su di un blog a piangerti addosso, ma non ti serverà a niente, se non a buttare via quella tua tristezza, per quanto tempo? Tre minuti? Il mio consiglio, che non ti do per spocchia o superiorità, ma solo perchè a me sembra che tu stia gridando “aiuto” forse è quello tu ti faccia aiutare da qualcuno o magari provi a dare davvero una scossa alla tua vita, fai del volontariato ad esempio, io che spesso sono a contatto con i disabili, mi sono reso conto di quanto mi “danno”, ossia che nella vita le capacità le abbiamo e possiamo fare davvero tanto.

    Liked by 1 persona

    1. Caro Romeo, grazie innanzitutto di leggermi con assiduità. Io penso che questo, come altri post precedenti, sia un chiaro esempio di autocritica. Io sinceramente non lo definirei “piangersi addosso” soprattutto in considerazione del fatto che, si tratta pur sempre di dieci minuti della mia giornata. Sembrerà magari strano, ma non ho materialmente tempo a sufficienza per fare la vittima. Dò libero sfogo ad uno stato d’animo prevalente, questo è indubbio. Il blog però non è la mia ancora di salvezza, nemmeno lo ritengo un amico fidato, proprio perché spesso, come mi pare di capire da quello che dici, si rivela un’arma a doppio taglio. Non solo non serve a niente ma finisce con l’enfatizzare i problemi. Butto giù qualche pensiero, tutto qui. Aiuto. Io penso che l’aiuto non debba venire necessariamente dall’esterno, ancor più dalle persone. E’ ammirevole ciò che fai ed è bello che tu ne traggia giovamento. Quoto me stesso:”…ci si inculca nel cervello che siamo tutti diversi a questo mondo….” Questo è un grande passo avanti verso il riconoscimento che siamo tutti puntini insignificanti del cui dolore o sofferenza occorre portare rispetto, senza necessariamente confrontarlo con quello di altri. Si, leggo. Quando posso leggo. Ma non sento il bisogno di dirlo. Un abbraccio,
      Enzo

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...