E la nave va

H

o finito l’anno ballando al ritmo sfrenato della dance anni 80. Braccia che si alzavano, cori, gruppi improvvisati all’insegna della tamarreide. Qualche ora dopo mi sono ritrovato un termometro sotto l’ascella che segnava 38 e quattro. Anche per il 2017 non ho perso la buona abitudine di tirare conclusioni: primo, non ho più molto l’età per le notti brave; secondo, la notte di Capodanno è diventata l’unica sera dell’anno in cui esco di casa; terzo, ballare è una grandissima valvola di sfogo. Spero di non ereditare la lungimiranza delle scelte del duemilasedici, l’ultima delle quali riguarda proprio questi giorni di ferie che si sono rivelati una bella trappola. Ricordo della ripartenza che avevo fissato per il 30 Dicembre e già allora qualcosa non era andato come da previsione; se proprio voglio intravedere un messaggio da questo nuovo anno beh, mi sembra chiaro: vivi e lascia che le cose accadano. Sono andato a ricercarmi una frase di Seneca, tratta dalle Epistole a Lucilio che dice più o meno così: “ Il destino conduce chi lo accoglie e trascina chi lo combatte”. E a questo punto, abbandoniamo chi ha provato a salire sulla mia barca e non si è trovato troppo bene per l’incapacità del timoniere di farla viaggiare senza un minimo ondeggiamento. Se decidi di salire a bordo e a guidare sono io, scordati la tranquillità. Prima che affondasse nell’oblio, la nave delle relazioni ha provato a condurre in porto ciò che meritava di essere salvato, senza ottenere alcun riscontro. Quindi, io riprendo a navigare in un mare solo apparentemente calmo e senza ospiti a bordo. Chi vuol salire, già sa.

Annunci

4 comments

  1. Riprendi la navigazione in tutta tranquillità, sei il Capitano in fondo, l’unico a dettar legge! 😉
    Se non desideri ospiti a bordo lasciaci almeno su un’isoletta con palma nana dove non ci sia, però, il solito squalo a girarci attorno che a me fa sempre un pò paura 😦
    Se senti un tonfo in cambusa, non ti preoccupare più di tanto, sono io che per sfuggire alle fauci dello squalo son passata dall’oblò e son finita dalla padella … alla brace!
    Così per dire …
    Il bello è che lo avevi pure scritto “chi vuol salire, già sa”, eppure pensandoci bene, io non son mica salita, mi son buttata, porcapaletta!
    Buon pomeriggio Enzo 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Affy, buonasera! E’ vero, sono il Capitano e sono responsabile di tutto quello che accade a me e all’equipaggio. Dunque, diciamo che sei salita da un’entrata secondaria e starai meglio che sull’isola circondata dagli squali. Non credi? Se il viaggio non ti sarà pesante, sarei felice di averti a bordo! Un abbraccio forte 🙂
      Enzo

      Liked by 1 persona

      1. Grazie per l’ospitalità! 🙂
        Il viaggio per me non sarà pesante e poi da bravo “mozzo” resterò sempre in coperta, nascosta e silenziosa.
        Mi raccomando… gli scogli 😦 tieni d’occhio sempre l’orizzonte 😉
        Ricambio l’abbraccio
        Affy

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...